Ha preso il via lo scorso 25 ottobre il bando promosso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) rivolto alle imprese di autotrasporto di cose per conto terzi e alle strutture societarie composte dalle suddette imprese. L’incentivo prevede l’emissione di un contributo – la cui soglia massima è stata fissata sui 550.000 euro per società – a fondo perduto per l’acquisto di automezzi.

 Bando acquisto automezzi: quali le spese finanziate?

Attraverso l’incentivo promosso dal MIT le aziende operanti nel settore autotrasporti potranno richiedere il contributo a fondo perduto per spese riguardanti l’acquisto o la locazione finanziaria di autoveicoli nuovi e specifici per il trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore 3,5 ton a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG, elettrica – Full Electric e ibrida (previsto un contributo tra 4.000 euro e 20.000 euro per ogni veicolo); di rimorchi e semirimorchi nuovi per il trasporto combinato ferroviario e/o marittimo caratterizzati da dispositivi innovativi che permettano di ottenere maggiori standard di sicurezza e di efficienza energetica (ammontare del contributo massimo 5.000 euro); di casse mobili, rimorchi o semirimorchi portacasse per l’utilizzo di diverse modalità di trasporto in combinazione tra loro e senza rottura di carico (il contributo per ciascun insieme di 8 casse e un rimorchio ammonta a 8.500 euro).

Sono finanziabili altresì le spese di radiazione per la rottamazione di automezzi di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 ton e conseguente acquisizione o locazione finanziaria di nuovi automezzi industriali pesanti per il trasporto merci con massa complessiva pari o superiore alle 7 ton e appartenenti alla categoria ecologica Euro VI. In quest’ultimo caso il contributo sarà equivalente a 5.000 euro per ogni veicolo tra 7 e 16 ton e di 12.000 euro per ogni veicolo superiore a 16 ton.

Scadenza del bando: 31 marzo 2020

Il nostro studio è a disposizione per offrire maggiori informazioni e consulenza al riguardo