Scadenza: Le domande possono essere presentate dal 28/07/2020 ore 10:00 al 8/10/2020 ore 12.
Pubblicato, dalla Regione Lombardia, il bando impianti sportivi. La misura mira a sostenere le spese di investimento per la realizzazione di interventi relativi a impianti pubblici nei Comuni lombardi, sia esistenti che di nuova realizzazione.

Finalizzate alla ripresa in sicurezza dello svolgimento delle attività sportive negli impianti che sono stati oggetto di chiusura obbligatoria in conseguenza dell’emergenza sanitaria COVID-19.

Altresì, all’ampliamento dell’offerta sportiva, al miglioramento della sostenibilità gestionale degli impianti sportivi esistenti ed, in generale, per assicurare una maggiore fruibilità dei servizi offerti negli impianti sportivi ai cittadini lombardi.

Bando impianti sportivi: soggetti interessati e regolamento

Soggetti aventi sede legale e/o operativa in Lombardia e rientranti nelle seguenti tipologie:

  • Enti pubblici, in qualità di proprietari e/o gestori di impianti sportivi pubblici e di uso pubblico o dell’area su cui verrà realizzato l’intervento, e in particolare: province, comuni, unioni di comuni, città metropolitane, comunità montane, enti pubblici economici e non economici.
  • I seguenti soggetti, in qualità di concessionari o titolari della gestione di impianti sportivi pubblici e di uso pubblico:
  • Federazioni Sportive Nazionali,
  • Discipline Sportive e Associate,
  • Enti di Promozione Sportiva,
  • Associazioni Benemerite,
  • Associazioni e Società sportive dilettantistiche,
  • altri soggetti aventi nel proprio statuto/atto costitutivo attività sportive, ricreative o motorie.

La convenzione/concessione per la gestione dell’impianto sportivo dovrà essere stata sottoscritta dalle Parti e deve avere scadenza non antecedente al 31 dicembre 2023.

Saranno attivate due linee di intervento per il cofinanziamento di:

– linea 1- interventi urgenti e indifferibili per la ripresa delle attività sportive, in conseguenza all’emergenza sanitaria da Covid-19.

– linea 2- realizzazione di nuovi impianti o di interventi di manutenzione straordinaria, messa in sicurezza, riqualificazione, ampliamento e valorizzazione del patrimonio impiantistico sportivo regionale.

Il finanziamento è riconosciuto fino a un massimo del 50% delle spese ammesse a contributo e nel rispetto dei massimali previsti dal regime di aiuto applicabile. La soglia minima per la linea 1 è di euro 20.000 e la soglia massima di euro 30.000; per la linea 2 la soglia minima è di euro 20.000 e quella massima di euro 150.000.

Il nostro studio resta a disposizione di quanti siano interessati ad avere ulteriori informazioni o a realizzare e presentare la domanda di partecipazione al bando

Resta sempre aggiornato e seguici su Facebook, in arrivo tante novità!!!