Sicurezza alimentare e qualità della produzione agricola sono due fondamentali elementi per la tutela del consumatore e della sua salute. Partendo da tale presupposto, la Regione Lazio ha voluto approvare un bando, con contributo a fondo perduto, per il “Sostegno per le attività di informazione e promozione attuate da gruppi di produttori del mercato interno”, il cui fine è sensibilizzare il consumatore sui caratteri distintivi delle produzioni certificate attraverso l’attività di informazione e promozione sui prodotti agricoli.

Bando Lazio: a chi si rivolge?

Il bando si rivolge a: “Associazioni di produttori biologici e loro raggruppamenti; Consorzi di tutela dei prodotti DOP, IGP e STG, singoli o associati, riconosciuti ai sensi della normativa nazionale; Consorzi di tutela vitivinicoli dei prodotti DO e IG singoli o associati; Associazioni di produttori di ‘sistema di qualità di produzione integrata’ (SQNPI); Associazioni di produttori di ‘sistema di qualità nazionale zootecnia’; Cooperative agricole e loro Consorzi; Organizzazioni di produttori e loro associazioni; Reti di impresa operanti nel settore agricolo”.

Bando Lazio per produttori agricole: attività e spese ammissibili

Verranno finanziati i costi derivanti dalle attività di informazione e promozione dei prodotti sul mercato interno, nello specifico vengono ritenute ammissibili le seguenti attività:

  • Informazione ai consumatori di processi e tecniche agricole impiegate e delle proprietà del prodotto in ottica di sicurezza nutrizionale;
  • realizzazione di seminari tecnici, degustazioni guidate, realizzazione di convegni e workshop e di materiale promo-pubblicitario con scopo informativo, divulgativo, di educazione alimentare;
  • partecipazione a manifestazioni, fiere, esposizioni ed eventi analoghi.

Le spese ritenute ammissibili sono invece le seguenti:

  • Costi relativi alla pubblicità e alla realizzazione di contenuti multimediali;
  • Acquisto degli spazi pubblicitari, cartellonistica ed affissioni;
  • Costi per la realizzazione di sito web;
  • Costi per la realizzazione di eventi e campagne promozionali;
  • Spese per l’organizzazione e la partecipazione a fiere;
  • Spese di gestione.

Bando a fondo perduto: entità dell’erogazione

Il contributo a fondo perduto previsto dal bando Lazio sarà pari al 70% delle spese ammissibili. L’importo minimo del contributo sarà equivalente a 30.000 euro e non potrà essere superiore a 200.000 euro.

Scadenza: sarà possibile presentare domanda entro il 31 gennaio 2020

Il nostro studio è a disposizione di quanti siano interessati per ulteriori informazioni e per la compilazione della domanda.