Il Mise ha promosso un bando destinato agli enti pubblici italiani che intendono valorizzare propri brevetti tramite la realizzazione di progetti Proof of Concept. Il bando POC, ancora in fase di attivazione, prevede un finanziamento a fondo perduto.

Bando POC: a chi si rivolge?

La suddetta agevolazione si rivolge nello specifico a Università, Enti Pubblici di Ricerca (EPR) e Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) italiani che posseggono brevetti la cui concessione non sia antecedente al 1 gennaio 2018 o che hanno presentato domanda di minimo un brevetto. Per domanda di brevetto si intende una domanda nazionale di brevetto depositata dal 1 gennaio 2017 con un rapporto di ricerca con esito “non negativo” e/o che rivendichi la priorità di una precedente domanda nazionale di brevetto.

Tali soggetti possono partecipare al bando POC singolarmente oppure in forma congiunta. In quest’ultimo caso sarà necessario indicare un soggetto capofila tra i congiunti, esso sarà responsabile dell’attuazione del progetto presentato, unico referente per Direzione generale e Soggetto gestore e unico soggetto beneficiario del finanziamento concesso.

Bando Proof of Concept: quali sono i progetti ammissibili?

Per essere ritenuti ammissibili i progetti Proof of Concept devono possedere i seguenti requisiti:

  • Descrizione degli obiettivi che si vogliono perseguire e dei risultati attesi.
  • Descrizione dei punti essenziali del processo di selezione dei brevetti che si vuole adottare e della successiva gestione dei progetti POC selezionati.
  • Piano finanziario complessivo del programma di valorizzazione.
  • Descrizione del proprio portafoglio brevetti e indicazione previsionale del numero di brevetti e relativi progetti di POC che saranno oggetto di finanziamento.
  • Descrizione di attività e tempistiche di monitoraggio in itinere per la verifica della capacità di realizzazione degli obiettivi attesi.

Ad essere finanziate dal bando POC saranno le spese riguardanti: costi del personale; acquisto o costi di utilizzo di attrezzature, macchinari, software; spese relativa a servizi di consulenza specialistica tecnologica.

Bando POC: entità dell’erogazione e scadenza

L’agevolazione prevede un finanziamento con contributo a fondo perduto fino al 70% del totale delle spese ammissibili. Sarà possibile presentare domanda di partecipazione al bando POC dal 13 gennaio 2020. Scadenza: 27 febbraio 2020.

Il nostro studio è a disposizione per offrire maggiori informazioni e consulenza al riguardo