Scadenza: Bando aperto fino a giorno 24 novembre 2020.

Il presente bando ha lo scopo di selezionare le proposte progettuali finanziate a fondo perduto fino al 50% che saranno realizzate con la collaborazione ed il cofinanziamento di SMACT scpa società che gestisce il centro di competenza ad alta specializzazione del Triveneto, rivolto alle collaborazioni tra ricerca e impresa in ambito di industria 4.0, ed ha l’obiettivo indicato dall’art.2 dello Statuto, di promuovere e realizzare progetti di ricerca applicata, progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale, di trasferimento tecnologico e di formazione su tecnologie avanzate, proposti da imprese, nell’ambito dell’incentivo associato al Piano Nazionale industria 4.0.

FONDO PERDUTO FINO AL 50% PER LA TRASFORMAZIONE DIGITALE, REGOLAMENTI E BENEFICIARI:

Possono presentare, il bando a fondo perduto per la trasformazione digitale, i loro progetti le imprese che abbiano una stabile organizzazione in Italia e che siano regolarmente costituite ed iscritte al Registro delle Imprese.

Ogni impresa potrà presentare fino a un massimo di 2 proposte innovative, mirati al miglioramento dei processi produttivi (maggiore produttività del prodotto finale e riduzione dei costi degli impianti di produzione), al miglioramento e innovazione del prodotto, con maggior velocità dal prototipo alla produzione e al mercato, all’innovazione dei modelli di business e organizzativi a favore della competitività aziendale a livello globale.

Le spese ammesse dal sostegno sono le seguenti:

  1. Costi di personale:
    • Ricercatori
    • Tecnici
    • Personale ausiliario impiegati nel progetto.

Rendicontati al costo effettivo o per costi standard.

  1. I costi relativi a strumentazioni e attrezzature utilizzate nel periodo del progetto. In caso se non sono utilizzate per tutto il tempo del progetto, sono ammissibili solo i coti di ammortamento corrispondenti al progetto.
  2. Le spese per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne, e i costi per i sevizi di consulenza utilizzati per lo svolgimento del progetto.
  3. Spese generali e altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, fino ad un massimo del 15% di cui al punto 1 dovranno essere rendicontate analiticamente o attribuite con calcolo pro-rata.

ENTITÁ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE:

Il contributo ha un valore del 50% dell’importo con un massimo di 100.000,00.

Il nostro studio resta a disposizione di quanti siano interessati ad avere ulteriori informazioni o a realizzare e presentare la domanda di partecipazione al bando

Resta sempre aggiornato e seguici su Facebook, in arrivo tante novità!!!