E’ stata pubblicata dal GAL DEI DUE MARI, nella Regione Calabria, la Misura 6.4.1. Il contributo a fondo perduto nella misura del 50% per la creazione e lo sviluppo di aziende extra-agricole (laboratori, fabbriche, locali e strutture per attività di produzione e/o trasformazione di merci e materiali non agricoli e la promozione di attività che si integrino con il consumo e la vendita dei prodotti agricoli di qualità attraverso il rafforzamento del turismo rurale ed i servizi di ristorazione), per la creazione di nuovi posti di lavoro ed il miglioramento della qualità della vita nei territori rurali.

La misura in oggetto, pubblicata dal GAL DUE MARI, riguarderà i seguenti comuni calabri: Albi, Amato, Andali, Belcastro, Botricello, Carlopoli, Cerva, Cicala, Conflenti, Cropani, Decollatura, Falerna, Feroleto Antico, Fossato Serralta, Gimigliano, Gizzeria, Magisano, Marcedusa, Marcellinara,  Martirano, Martirano Lombardo, Miglierina, Motta S. Lucia, Nocera Terinese, Pentone, Petrona’, Pianopoli, Platania, San Mango D’Aquino, San Pietro Apostolo, Sellia, Sellia Marina, Serrastretta, Sersale, Settingiano, Simeri Crichi, Sorbo San Basile, Soveria Mannelli, Soveria Simeri, Taverna,  Tiriolo, Zagarise.

Misura 6.4.1. GAL DEI DUE MARI: Soggetti interessati e regolamento

La misura è rivolta ad agricoltori in forma singola o associata, persone fisiche e piccole imprese;

Il bando prevede che:

  • L’intervento sia da realizzare nell’area del GAL DEI DUE MARI;
  • L’importo massimo ammissibile per ogni investimento sia pari a € 100.000,00;
  • Si contrasti lo spopolamento dei territori rurali, favorendo la creazione di nuovi posti di lavoro soprattutto per giovani e donne;
  • Vengano sostenute le attività rivolte al completamento di filiere locali ed alla valorizzazione delle specificità culturali ed enogastronomiche, favorendo produzioni agricole ed alimentari di qualità ed il rafforzamento dell’offerta turistica con strutture di accoglienza e di servizi;
  • Gli investimenti possono essere rivolti anche ad attività imprenditoriali di trasformazione e commercializzazione di produzioni agricole in prodotti non compresi nell’Allegato I del Trattato;
  • Venga favorita la diversificazione, la creazione e lo sviluppo di piccole imprese, migliorando la competitività dei prodotti locali promuovendoli nei mercati locali, nelle filiere corte, nei gruppi di imprenditori e nelle organizzazioni interprofessionali.

Scadenza: La domanda può essere presentata entro il 17/07/2020.

Il nostro studio resta a disposizione di quanti siano interessati ad avere ulteriori informazioni o a realizzare e presentare la domanda di partecipazione al bando.

Resta sempre aggiornato e seguici su Facebook, in arrivo tante novità!!!