In data 5 dicembre 2017 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto attuativo del nuovo programma di agevolazioni “Resto al Sud” rivolto ai soggetti di età compresa tra i 18 e i 46  anni che, al momento di presentazione della domanda, rispondano ai seguenti requisiti:
• Siano residenti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia al momento della presentazione della domanda o vi trasferiscano la residenza entro sessanta giorni, o entro centoventi giorni se residenti all’estero, dalla comunicazione del positivo esito dell’istruttoria di cui all’articolo 9 del presente decreto.
• Non risultino già titolari di attività di impresa in esercizio alla data del 21 giugno 2017 o beneficiari, nell’ultimo triennio, a decorrere dalla data di presentazione della domanda, di ulteriori misure a livello nazionale a favore dell’auto-imprenditorialità.
Questi potranno richiedere l’agevolazione “purché – si legge nel Decreto attuativo – risultino già costituiti, al momento della presentazione della domanda e comunque successivamente alla data del 21 giugno 2017, o si costituiscano, entro sessanta giorni, o entro centoventi giorni in caso di residenza all’estero, dalla data di comunicazione del positivo esito dell’istruttoria, nelle seguenti forme giuridiche:
a) impresa individuale;
b) società, ivi incluse le società cooperative.
Come già comunicato in tema di presentazione del bando “Resto al Sud” verranno finanziate le attività di produzione di beni e servizi e non le attività libero professionali e il commercio. Ogni soggetto può richiedere un prestito massimo di € 50.000 pertanto se l’istanza viene presentata da più soggetti che intendono costituire o hanno già costituito una società l’importo massimo del finanziamento sarà pari a € 50.000 per ogni socio richiedente e non potrà superare complessivamente € 200.000.