Trascorso il mese di maggio si apre un nuovo periodo ricco di imposte: quali le scadenze fiscali di giugno 2018? Di seguito il calendario con i giorni utili per il pagamento di 730, Iva, Tasi e Imu. 

Scadenze fiscali giugno 2018: il calendario

  • 15 giugno 2018:
    • 1ª rata canone Rai, addebitato nelle bollette relative al rifornimento di energia elettrica.
    • Pagamento imposte relative al mese precedente se non effettuato o se effettuato parzialmente entro il 16 maggio con addebito di mora.
    • Emissione e registrazione di fatture differite relative a beni o servizi venduti durante il mese di maggio 2018.
    • Emissione fattura riepilogativa degli scontrini emessi nel mese di maggio 2018.
    • Annotazione, da parte delle Pro Loco, di corrispettivi e di qualsiasi provento conseguito nell’esercizio di attività commerciali, con riferimento al mese precedente.
  • 18 giugno 2018:
    • Versamento imposta su transizioni finanziarie (Tobin Tax).
    • Versamento acconto di Imposta Municipale Propria (Imu) e Tributo per i servizi indivisibili (Tasi).
    • Versamento 4ª rata del saldo IVA relativo all’anno d’imposta 2017 la cui rateizzazione è iniziata il 16 marzo 2018.
    • Versamento ritenute operate nel mese precedente su indennità di cessazione del rapporto di agenzia, su indennità di cessazione del rapporto di collaborazione a progetto, su interessi e redditi di capitale vari, su redditi derivanti da perdita di avviamento commerciale, su contributi, indennità e premi vari, su redditi derivanti da riscatti di polizze vita, su premi e vincite, su cessione titoli e valute, su redditi di capitale diversi, su rendite AVS.
    • Versamento dell’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali sulle somme erogate ai dipendenti, nel mese precedente, in relazione a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione.
    • Versamento dell’imposta sostitutiva applicata su ciascuna plusvalenza realizzata nel secondo mese precedente.
    • Versamento dell’imposta sostitutiva risultante dal “conto unico” relativo al mese precedente, sugli interessi, premi ed altri frutti delle obbligazioni e titoli similari, emessi da Banche, S.p.a. quotate ed Enti Pubblici; sugli utili delle azioni e dei titoli immessi nel sistema di deposito accentrato gestito dalla Monte Titoli S.p.a.
    • Versamento dell’imposta sostitutiva sul risultato maturato delle gestioni individuali di portafoglio (regime del risparmio gestito) in caso di revoca del mandato di gestione nel secondo mese precedente.
    • Versamento del restante 40% dell’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell’Irap relativamente alla trasformazione in società semplice e/o all’assegnazione o cessione agevolata di beni ai soci.
    • Versamento del restante 40% dell’imposta sostitutiva dell’Irpef e dell’Irap nella misura dell’8% della differenza tra il valore normale di tali beni ed il relativo valore fiscalmente riconosciuto relativamente all’estromissione degli immobili strumentali dall’impresa individuale.
  • 20 giugno 2018: ultimo data disponibile per la ripresentazione del 730, se già inviato ad aprile 2018 e a sostituzione di questo.
  • 25 giugno 2018: Presentazione degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti UE.
  • 29 giugno 2018: ultimo giorno per CAF e professionisti abilitati per la trasmissione dei 730 ricevuto dai contribuenti il 22 giugno.